Bologna Jazz Festival

Socio

La storia del jazz a Bologna ha origini lontane, fin da quando nel 1938 un gruppo di giovani appassionati si ritrovava presso il negozio Borsari per acquistare le nuove uscite jazz. Nel dopoguerra la spinta e la passione dell’Hot Club prima e del Circolo del Jazz poi resero Bologna una tappa obbligata per tutte le band e i solisti americani più celebrati in tournée nella penisola quali Duke Ellington, Benny Goodman, Ella Fitzgerald. Sull’onda di questo movimento molto vivace, nel 1958 Alberto Alberti e Antonio “Cicci” Foresti nel 1958 crearono il Festival Jazz di Bologna.


Nel corso degli anni il Festival, sotto vari nomi e gestioni, ha ospitato tutti i più grandi jazzisti (Chet Baker, Miles Davis, Charles Mingus, Dizzy Gillespie, Thelonios Monk, Michel Petrucciani etc.) i quali riempivano, oltre ai teatri e ai club, anche lo storico Palazzetto dello Sport di Piazza Azzarita.
Dopo un periodo difficile vissuto a cavallo tra la fine degli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila, nel 2006 il festival ha trovato continuità con la gestione attuale, la quale ha riportato stabilmente nel panorama musicale italiano il marchio del Bologna Jazz Festival.


Nel corso di questi ultimi anni il BJF si è evoluto notevolmente, passando da essere un festival di una settimana a durare circa un mese.
Grazie a un lavoro costante e a una fitte rete di collaborazioni strette con altre realtà, il Bologna Jazz Festival è oggi uno dei principali punti di riferimento culturali della città.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca